Lufthansa experience

Il Canada in famiglia: da Vancouver fino alle Rocky Mountains

12 giugno 2018 128 0 0

L’Economist Intelligence Unit non aveva avuto dubbi nell’inserire Vancouver sul podio delle città con la migliore qualità della vita a livello mondiale, dietro alle sole Melbourne e Vienna. Certo, non tutti possono ambire a trasferirsi nell’affascinante Columbia Britannica; tutti quanti, però, possono approfittare dei voli Lufthansa per Vancouver per visitare in famiglia questa città multietnica, estremamente attiva sia a livello artistico che culturale, e che propone attrazioni adatte ad adulti e  ai più piccini.

Il suo nome arriva dritto dritto dal grande esploratore britannico George Vancouver, tra i primi europei ad inoltrarsi in quei territori, reso celebre per quella che passò alla storia come la Spedizione di Vancouver, ovvero una circumnavigazione del globo come mai prima dall’ora era stata effettuata. In pochi sanno però che il capitano Vancouver morì dimenticato da tutti appena quarantenne, senza gli allori che probabilmente avrebbe meritato. A portare il suo nome in gloria, tuttavia, ci pensa proprio la città più popolosa della British Columbia, incastrata tra lo Stretto di Georgia, il fiume Frase e le Montagne Costiere.

Vancouver: l'orologio a vapore

Sono tanti e diversi i distretti che meritano senz’altro una visita durante un viaggio in famiglia a Vancouver. Tra i primi c’è ovviamente Gastown, il cuore pulsante della città, ricco di boutique e di club all’ultimo grido.  E dire che questo quartiere è nato intorno ad uno squallido pub per minatori che, si dice, fu costruito in sole 24 ore, nel 1867, dal cercatore d’oro John Deighton, soprannominato Gassy Jack per la sua funambolica fantasia nel raccontare storie. Attrazione principale di Gastown – che da Gassy Jack ha preso il nome – è l’orologio a vapore, che ogni 15 minuti fischia allegramente. Nel medesimo quartiere si trova poi lo Space Needle – simile a quello di Seattle – con uno stupendo osservatorio sulla sua sommità.

Altro quartiere da non perdere è quello cinese, anche se va detto che quella di Vancouver è una Chinatown diversa da quelle che siamo abituati a vedere: dai palazzi vittoriani di Gastown si passa infatti a delle costruzioni in puro stile orientale, trattandosi infatti di un quartiere non solo abitato, ma creato dal nulla proprio dagli immigrati cinesi.

Vancouver è inoltre una città ricca di aree verdi e di parchi dove i più piccoli potranno divertirsi e giocare in mezzo alla natura. Imprescindibile, per il turista, visitare il più famoso e apprezzato, ovvero lo Stanley Park. Inaugurato nel 1888, si presenta come una stupenda foresta pluviale da scoprire a piedi, in bicicletta o persino a cavallo, trottando in mezzo ai suoi deliziosi laghetti, nonché tra i numerosi totem dei nativi americani dislocati qui e lì nel parco.

Uscendo ancora un po’ dalla città, ma senza allontanarsi troppo, gli amanti dell’avventura possono farsi una bella passeggiata a 70 metri di altezza, lungo un sottile ponte sospeso di quasi 140 metri che collega le due estremità di un gigantesco canyon sopra al fiume Capilano: parliamo dell’adrenalinico Capilano Suspension Bridge, il quale ogni anno attira migliaia di visitatori da tutto il globo.

Canada in famiglia: le Montagne Rocciose

Ma Vancouver è anche un ottimo punto di partenza per esplorare la costa pacifica canadese, nonché per raggiungere le vicine Rocky Mountains: percorrendo la panoramica highway in direzione di Whistler ci si può infatti avventurare verso le entusiasmanti escursioni offerte dalle Montagne Rocciose, con le loro vette frastagliate e i loro fantastici laghi alpini, con tantissime passeggiate adatte anche ai più piccoli.

Delle attività offerte da questa metropoli, del resto, si potrebbe parlare per ore: quale altra città permette infatti di veleggiare tra le onde al mattino, sciare nel pomeriggio e tornare in centro per passare la serata in famiglia?

share TWEET share