Lufthansa experience

Il paese dei balocchi per grandi e piccini: Legoland!

28 settembre 2017 948 0 1

A chi non piacciono i Lego?

Difficile dire chi sia che spinge di più, all’interno della famiglia, per visitare i fantastici parchi divertimento di Legoland: di certo i bambini non possono che essere ammaliati dallo splendore di questi parchi giochi, ma vogliamo davvero far finta di non essere a conoscenza che, nel petto di ogni adulto del nuovo millennio, batte in fondo in fondo un cuore eternamente innamorato di quei piccoli e inimitabili mattoncini assemblabili?

Lego, non un brand qualunque

Perfette barche dei pirati o coloratissime torri in bilico, caserme dei pompieri rosse fuoco o complicatissime navicelle spaziali: tutti quanti hanno costruito almeno una volta qualcosa con i Lego, e sono davvero pochissimi quelli che sono riusciti a restare immuni ed indifferenti al loro fascino senza età. E proprio per questo i parchi Legoland sono tra le mete internazionali più ambite per il divertimento formato famiglia. Il segreto del successo di questi parchi giochi è probabilmente nascosto anche nell‘intrigante storia di quello stesso marchio, tutta da scoprire: i parchi onorano infatti la memoria del fondatore Ole Kirk Christiansen, falegname danese che diede il via a questo mondo di balocchi combattendo ostinatamente contro un destino avverso: per ben due volte infatti la sua piccola falegnameria fu distrutta da un incendio, e di certo la terribile crisi del ’29 non aiutò i suoi affari. Insieme al figlio Godtfred non si perse però d’animo, trasformando con il tempo il proprio laboratorio in una vera e propria fabbrica per giocattoli.

Non uno, ma ben sette Legoland

Oggi Lego può vantare ben sette parchi Legoland sparsi un po’ ovunque. Il primo e originale è ovviamente quello di Billund, in Danimarca: per capire quanto turisti attrae questo speciale parco, basti pensare che è la seconda meta nazionale più visitata dopo la capitale. E pensare che questa attrazione dista ben 240 chilometri da Copenaghen, e che dunque i visitatori non capitano certo nei suoi dintorni per caso! Ma qui, d’altronde, risiede la vera storia dei Lego, dai primi mattoncini di legno fino alle ambientazioni più moderne. Al suo interno racchiude dieci mondi differenti: l’incredibile Miniland, la Terra dei Pirati, Duplo Land, Imagination Zone, Adventure Land, Legoredo Town, il Regno dei Cavalieri, la Terra Polare e quella Vichinga. A circa quarant’anni dalla sua prima apertura, Legoland Billund richiama ogni anno 1,6 milioni di persone, affascinate, oltre che dalle diverse aree tematiche, anche dalla Toyota Traffic School, ovvero una mini autoscuola per bambini, che fa da simpatico contorno alle oltre 50 attrazioni per tutta la famiglia.

Quello di Billund è però solo il primo dei parchi Legoland: altri sei parchi intorno per il mondo aspettano solo di essere visitati da grandi e piccini. Altri due, per l’esattezza, si trovano in Europa, uno in Germania e l’altro in Inghilterra. Inaugurato nel 2002, il Legoland tedesco si trova vicino a Monaco, e unisce a 7 aree tematiche ‘classiche’ un’intera area del parco a prova di nerd dedicata a Star Wars; il Legoland inglese, con le sue 12 aree diverse, può invece essere considerato come un simpatico diversivo durante una vacanza a Londra, trovandosi a soli trenta chilometri dalla capitale.

Ma se si volesse puntare al parco Legoland più grande del mondo si dovrebbe gettare lo sguardo al di là dei confini europei, negli Stati Uniti. Non tanto al Legoland della California, bensì a quello della East Coast, a Winter Heaven, in Florida: qui i visitatori sono attorniati da 145 acri di attrazioni, giostre, negozi e ristoranti tutti quanti a tema lego. Per completare poi il tour del Legoland a livello internazionale bisogna poi fare tappa a Nusajaya, in Malesia, e a Dubai, negli Emirati Arabi. Avete già in mente il progetto del vostro prossimo viaggio?

share TWEET share