Lufthansa experience

Itinerari europei under 10: pomeriggio al museo

23 marzo 2018 216 0 1

Dall’arte alla scienza, dalle tecnologie più innovative alla storia: negli ultimi anni l’attenzione del mondo dei musei verso i bambini è aumentata a vista d’occhio. I laboratori interattivi sono sbucati come funghi, e i colori stessi dei musei sono diventati più vivaci e caldi, perdendo anno dopo anno quella fredda patina intellettuale e quasi aristocratica che li ha sempre contraddistinti.

Non stiamo parlando di musei per soli bambini, stiamo parlando di musei pensati per i bambini strizzando però spesso e volentieri l’occhio anche agli adulti. Insomma, per i genitori e per gli zii, ecco i migliori musei europei tra quelli pensati per far passare del tempo divertente – e di qualità – anche ai bambini.

Il Musée en Herbe, Parigi

Il primo museo per bambini che vi vogliamo proporre si trova a Parigi, nel primo arrondissement: è un museo d’arte ‘divertente’ fondato nel 1975. Pensato appositamente per sviluppare la curiosità, la sensibilità e la creatività dei bambini, ogni anno il Musée en Herbe accoglie circa 70mila visitatori, attratti soprattutto dai molti laboratori d’arte in cui i bimbi possono dare sfogo alla loro fantasia creativa.

Il V&A Museum of Childhood, Londra

Questo potrebbe piacere soprattutto ai nostalgici dell’infanzia, oltre che a tutti quanti i bambini: al V&A Museum of Childhood di Londra è infatti esposta una sterminata collezione di giochi per l’infanzia, a partire dal 1600 fino ad oggi.

Il Deutsches Museum, a Monaco di Baviera

In questo museo insieme a tutte le sezioni dedicate alla tecnologia, all’astrologia, alla musica, al mondo dei trasporti e alla meccanica, ce n’è una dedicata completamente ai più piccoli: nel Regno dei Bambini del Deutsches Museum, infatti, i bambini dai 3 agli 8 anni possono accedere a coloratissimi laboratori di pittura, travestirsi da pompieri, giocare con enormi mattoncini lego e suonare una chitarra gigante (e tanto altro).

Nemo Museum, Amsterdam

Un bambino non dovrebbe mai passare per Amsterdam senza passare per il suo Nemo Museum, vero e proprio esempio di come deve essere un museo della scienza per bambini: qui impareranno divertendosi i principi della matematica, delle costruzioni e soprattutto dell’energia, con tanto di attenzione per le energie sostenibili e a emissioni zero.

Museo Nazionale, Copenaghen

Anche qui, come per il Deutsches Museum, è stata ricavata un’ala dedicata ai visitatori più piccoli, tra i 4 e i 10 anni: alzi la mano chi non ha voglia di accompagnare il proprio figlio, il proprio nipote in un museo in cui si rivive il mondo dei Vichinghi, con tanto di nave guerriera da visitare da cima a fondo.

Science Museum, Londra

Questo museo londinese non poteva di certo mancare in questa lista: un po’ perché è una gran bella sorpresa non solo per i bambini, ma anche per gli adulti, e un po’ perché è gratuito: tanti laboratori tecnologici e scientifici anche ai bambini più piccoli, con un’intera area pensata per i bambini tra i 3 e i 6 anni.

Museo del Ferrocarril, Madrid

Per i piccini e per tutti i genitori che da piccoli amavano giocare con i trenini nella loro cameretta, una meta da non perdere è senz’altro il museo ferroviario di Madrid, situato nella vecchia e affascinante stazione di Delicias: locomotive d’altri tempi e carrozze storiche aspettano i visitatori di ogni età!

Museo del giocattolo, Vilnius

Avete presente tutti i musei del giocattolo sparsi per il mondo? Nella maggior parte dei casi sono solo una pallida imitazione di questo museo lituano: dalle bambole antiche ai rompicapo, fino ad una sala in cui i visitatori sono invitati a provare i giochi più originali e strampalati, c’è davvero da sbizzarrirsi in compagnia dei propri figlioletti. E c’è persino un teatro delle marionette!

Eureka!, Halifax

Nei normali musei la prima e fondamentale regola è ‘non toccare’. Ebbene, nel museo inglese Eureka! ci sono invece 400 postazioni interattive in cui i bambini sono letteralmente invitati a toccare, giocare e provare gli oggetti messi a loro disposizione. Insomma, più che un vero e proprio museo, un vero e proprio parco divertimenti… ma molto intelligente!

 

share TWEET share