Lufthansa experience

Scoprendo Rio de Janeiro: l’avventura di Luca e Danilo di ‘Viaggio Italia’

15 maggio 2018 327 0 1

Si può dire che Luca Paiardi e Danilo Ragona, due amici conosciutisi circa vent’anni fa nell’Unità Spinale di Torino, abbiano fatto dell’andare oltre le difficoltà con determinazione ed entusiasmo un vero e proprio stile di vita. I due ragazzi, il primo architetto e musicista, il secondo progettista e designer, dimostrano ogni giorno che vivere una vita piena, divertente, adrenalinica ed emozionante è possibile anche stando su una sedia a rotelle. Per questo hanno ideato Viaggio Italia, progetto che li vede andare alla scoperta del mondo pieni di voglia di mettersi in gioco, conoscendo nuove culture, provando sport estremi e assaporando appieno ogni esperienza. Nei loro spostamenti sono accompagnati da una carrozzina superleggera e pieghevole progettata da Danilo e dall’assistenza di realtà come Lufthansa, che li sosterrà e affiancherà in ben tre viaggi. Il primo, svoltosi a febbraio, li ha visti sbarcare a Rio de Janeiro, città vivace e allegra e ricca di meraviglie da scoprire. Luca e Danilo ci hanno descritto la loro esperienza rispondendo ad alcune domande e raccontandoci il loro viaggio a Rio in un bellissimo video. Scopriamo insieme com’è andata!

Come descrivereste la vostra esperienza a Rio de Janeiro utilizzando 3 parole?

Inclusiva, allegra, dinamica.

Che idea avevate di questa città prima di partire? Le vostre aspettative sono state confermate?

Non avevamo un’idea precisa prima della partenza, ci siamo fatti accompagnare esclusivamente dal nostro desiderio di scoperta sempre vivo. Partendo da questo presupposto quindi, ogni giorno è stato un’esperienza ricca di emozioni.

Avete praticato sport estremi durante il viaggio?

Sicuramente l’esperienza sportiva più adrenalinica ed estrema che abbiamo vissuto a Rio è stata lanciarsi con il parapendio sopra la spiaggia di Ipanema. Una volta imbragati, per un’esperienza in totale sicurezza, gli istruttori ci hanno letteralmente presi in braccio per salire una lunga scalinata sino a raggiungere la cima di un bosco dal quale si aveva una vista mozzafiato. Una volta pronti per il lancio è bastato aspettare il “via” degli istruttori e siamo volati in alto sospinti dalle correnti.

Nelle vostre esperienze di viaggio passate avete dimostrato che è possibile fare tutto. Anche a Rio siete riusciti a fare tutto quello che vi eravate prefissati, o avete trovato qualche ostacolo?

Rio ci ha regalato più di quello che ci aspettavamo. Probabilmente il passaggio delle Paraolimpiadi 2016 ha permesso alla città di migliorarsi nell’accessibilità dei suoi servizi per tutti. Siamo rimasti stupiti da quante persone disabili vivono in autonomia e frequentano ogni tipo di attività sportiva e abbiamo avuto la fortuna di visitare il villaggio sportivo più grande di Rio dedicato alle persone con disabilità.

Danilo e Luca a Rio de Janeiro

 

C’è una cosa particolare di Rio che vi ha conquistato e che porterete sempre nel cuore?

L’energia positiva, l’allegria e il ritmo di samba. Abbiamo infatti avuto l’onore di partecipare al Carnevale aprendo la parata finale nel Sambodromo insieme ai tanti ballerini delle numerose scuole di samba.

Quali sono i vostri prossimi progetti?

A luglio partiremo per scoprire il Ladakh, regione a Nord dell’India inserita tra le catene montuose del Karakorum e dell’Himalaya; una particolarità dei luoghi che andremo a scoprire è dettata dall’altitudine. Vivremo il nostro viaggio partendo da 3500m, alternando sport e meditazione, e arrivando a superare i 5600m percorrendo la strada ciclabile più alta al mondo.
A fine anno partiremo ancora per il Sud Africa per vivere l’esperienza di un safari itinerante con tende e fuoristrada accessibili.
Grazie al viaggio precedente a Rio, ci siamo resi conto di quanto sia importante, viaggiando in aereo, una buona assistenza per le persone con disabilità, sia a terra che a bordo. Infatti, particolarmente nei voli intercontinentali in cui si sta seduti per molte ore, è stato fondamentale sapere di avere lo staff Lufthansa, molto attento alle esigenze di chi viaggia, pronto a cogliere ogni nostra necessità con professionalità e cortesia.

Spinti dal voler raggiungere sempre nuovi obiettivi, e grazie anche ai servizi Lufthansa che danno sicurezza al nostro viaggio, abbiamo deciso di coinvolgere nella stagione 2018/2019 di Viaggio Italia altre persone con diverse disabilità desiderose di vivere le nostre stesse avventure. Per questo motivo, in collaborazione con alcuni partner del settore turistico, stiamo realizzando dei pacchetti Viaggio Italia e chi lo desidera potrà presto acquistarli. Tutte le informazioni saranno disponibili su www.viaggioitalia.org.

Per scoprire di più sull’esperienza di Danilo e Luca a Rio de Janeiro non perdete il video!

share TWEET share